mercoledì 29 febbraio 2012

Torta fritta: la regina dei fritti!!!



Ebbene sì, parliamo ancora di fritto!!! Vi avevo detto che presa dalla foga di friggere tutto il possibile in un solo giorno ho preparato due ricette...questa è la seconda anche se nel cuore è decisamente in testa alla classifica dei fritti (insieme alla polenta).
Da brava parmigiana non potevo non dedicare un post alla TORTA FRITTA perciò eccoci qua, parliamo un pò di questa "regina" che ad Anolina piace davvero tanto. I motivi?! bè: ha il suo stesso colore; è morbida proprio come lei e, nella nostra versione preferita, ha un ripieno spettacolare...non basta?!è perfetta come comfort food e poi, la vogliamo dire una cosa davvero importante!? Sostituisce il pane, cavoli (scusate l'esclamazione); non è una cosa proprio da tutti è!!! :)
Si sono divertiti a darle nomi diversi e particolari in ogni parte d'Italia; io mi limito a citarvi quelli dell' Emilia Romagna sottolineando che oltre ai nomi diversi hanno anche alcune caratteristiche differenti: a Reggio Emilia diventa "gnocco fritto", a Ferrara "pinzino" e a Piacenza "chisolino". Non mi dilungo...chiamatela pure come volete, l'importante è che non ve la perdiate; approfittatene ora che c'è ancora fresco perchè tra qualche mese sarà davvero un incubo prepararla in casa!
Ecco la ricetta classica:


1kg farina
470ml acqua (frizzante)
30gr lievito di birra
25gr sale
olio di semi
Sciogliere il lievito in poca acqua e lasciarlo riposare qualche minuto; aggiungervi tutta l'acqua e amalgamare. Fare una fontana con farina e sale, versare il liquido nel mezzo e impastare fino rendere l'impasto elastico. Coprire l'impasto con un canovaccio umido e far lievitare in luogo caldo per circa 1 ora.
Stendere la sfoglia (circa 3mm) e tagliare dei rettangoli/rombi.
Friggere in olio bollente fino a quando avranno assunto un colore dorato (girare una sola volta). Lasciare asciugare sulla carta assorbente, salare e servire.


Come vi dicevo io amo la versione ripiena (sempre perchè di stare a dieta proprio non se ne parla); con formaggio e prosciutto o con pomodori e mozzarella, ma ci sono tante altre combinazioni...provate quelle che volete e se non vi va di faticare troppo mangiatela in versione classica con i salumi (con la spalla cotta è un must); intanto a me stanno venendo altre idee per i prossimi post. ;)
L'unico problema è che il caldo di questi giorni mi sta già bloccando e il morale scende inesorabilmente...speriamo che la primavera non porti i soliti cali di pressione e la stanchezza perenne! Ho davvero bisogno che la lampadina rimanga accesa perciò, se per caso conoscete dei buoni rimedi (escluso quello di trasferirsi al Polo Nord), fatemelo sapere e ve ne sarò moooolto grata.
Buona giornata a tutti :)


p.s.: quasi dimenticavo; è buonissima anche dolce...ripiena di cioccolata o marmellata!!!









14 commenti

  1. che beltà!
    ma nella versione ripiena prendi due rombi, ci metti in mezzo il ripieno e poi attacchi i bordi? o come si fa?
    complimenti, deve essere veramente squisito!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie!!!io ripiego la pasta su se stessa come se fosse un calzone ma penso potrebbe funzionare anche come dici tu :)

      Elimina
  2. Ciao, eccoci
    Bellissima la tua torta fritta...e come ben dici è proprio una regina!
    Complimenti!
    A presto le 4 apine

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma grazie apine...io quella ripiena la mangerei tutti i giorni :)

      Elimina
  3. Io farei follie per un gnocco fritto! Ogni tanto mi parte la voglia e ti dirò che in passato li ho anche cucinati e fotografati, ma preferisco di gran lunga sedermi un un osteria (con l'acca) e godermeli con dei salumi serviti su un bel tagliere vissuto! :D ahhhhhh che voglia....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione...nelle osterie è il meglio!!!L'ho mangiata giusto ieri sera all' "Aquila Romana" a Noceto (PR) che non è un'osteria ma fa la migliore in assoluto!!! :)

      Elimina
  4. Io la chiamo gnocco fritto...ma a prescindere dal nome è una bontà assoluta, uno di quei cibi che mangerei sempre....alla faccia della dieta! Mi segno la ricetta!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sempre troppo buona...come si fa a resistere!? ;)

      Elimina
  5. ahhhh, ma sei di Parma!!! evviva, sai che di foodblogger parmigiane ce ne sono pochissime? conosco solo Elisa perchè p figlia di una mia amica e adesso tu!
    ehm, mi sa che vorrò incontrarti e assumerti come tutor-fotografo personale!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sìììì!!!cioè sono di Noceto quindi a 2 passi :) pensavo di essere io a non trovare le blogger di Parma invece siamo proprio poche...vediamoci!!!!!!!!! :D

      Elimina
    2. ti ho lasciato anche un commento sulla tua pagina fb!
      si, ma guarda che se ci vediamo ti faccio lavorare eh!!!
      sono vecchierella sai, ma con taaaanta voglia di imparare! ^_^

      Elimina
  6. Ah ecco, lo gnocco fritto...una rara bontà. Una volta sono andata a mangiarlo appena fuori Bologna, in collina, in un posto che fa solo gnocchi fritti accompagnati da insaccati, verdura. Si mangia sulle panche, in mezzo ai prati. Una meraviglia. I tuoi sono perfetti e la foto...bella bella.
    Un abbraccio
    Sabina

    RispondiElimina

© la gelida anolina . All rights reserved.
Blogger Templates by pipdig