venerdì 14 agosto 2015

Peaches of my heart


Quando i pezzi di cuore si trasformano in pesche significa che il caldo è davvero troppo. Ormai mi si sta fondendo il cervello e capita che partano queste piccole scintille impazzite. Spesso fanno danni, ogni tanto regalano idee e oggi inventano giochi di parole deliranti ;)
Ora però parliamo di queste pesche un po' strane, io non avevo mai visto delle noci pesche tabacchiere e voi? Di solito sono pesche, insomma quelle con la pelle vellutata. La prima cosa che ho pensato è che assomigliassero un po' a pomodori ma le ho volute provare lostesso e ho fatto bene. Sono profumate, dolcissime ed hanno bisogno di pochissimo per trasformarsi in un dolce. Io ho pensato di racchiuderle in una semplice pasta brisée. Perché ogni tanto bisogna tornare alle ricette classiche con la loro buona dose di burro ;)


GALETTE DI NOCI PESCHE TABACCHIERE

40g zucchero di canna grezzo
1 cucchiaio di succo di limone
1 cucchiaio di farina
1/2 cucchiaino di sale
per la pasta brisée:
170g di farina
70g di burro morbido
50g di acqua
1 tuorlo
5g di sale

Setacciate la farina, formate una fontana e ponete nel mezzo il tuorlo e il burro. Impastate unendo l'acqua e continuate fino a quando avrete ottenuto un'impasto uniforme. Formate una palla, avvolgete nella pellicola e fate riposare in frigo per 2 ore circa.
Lavate e tagliate le pesche a spicchi; mettetele in una ciotola con 40g di zucchero di canna, 1 cucchiaio di succo di limone, 1 cucchiaio di farina, 1/2 cucchiaino di sale e mescolate.
Stendete la pasta su un ripiano infarinato, trasferite all'interno di una tortiera di circa 24 cm lasciando uscire la pasta di almeno 2 cm dai bordi. Riempite con le pesche, ripiegate i bordi vedo l'interno e cuocete a 180° per circa 30 minuti.
Una pallina di gelato e non potrete far altro che mangiarla tutta :P



Sono a corto di parole ma di idee me ne stanno venendo tante perciò, anche se scappate in vacanza,  non abbandonatemi ;)

Buon Ferragosto a tuttiiiiiiiiiii!!!!!!!!!!!!!!!

8 commenti

  1. Ciao Silvia queste foto sono spettacolari, come lo sono sempre del resto, ma il rosso vivo di queste pesche mi ha letteralmente rapita. Sul fatto di ritornare ai dolci con la loro buona dose di burro, anche qui mi trovi d'accordissimo io adoro ( purtroppo) i dolci burrosi. Buonissimo ferragosto Kiara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Kiara, grazie mille per le tue parole!!! purtroppo i dolci sono così buoni e fotogenici che non si può evitare di prepararli :P
      Buon Ferragosto anche a te ^_^

      Elimina
  2. manco io le avevo mai viste, stranissime, ma come le proverei volentieri.... amo le classiche queste potrebbero essere interessanti. Le crostate easy e burrose poi....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. a me sono piaciute molto, te le consiglio :)

      Elimina
  3. Ma quanto sono belle! Tanto e non le avevo mai viste nemmeno io queste pesche, chissà se riuscirò a trovarle dalle mie parti:) L'idea di usarle per delle gallette mi ha conquistata, così come mi hanno conquistata le tue bellissime foto!! Un abbraccio Silvia!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie Marianna ^_^ sempre dolcissima!!! fammi sapere se le trovi...
      smack

      Elimina
  4. Che meraviglia questi frutti, mai sentiti! Le tue foto sono sempre stupende e stavolta mi hanno catapultato nel bosco con Memole e i suoi amici folletti a mangiare il tuo dolce <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. oddio Memole!!!!è sempre stata la mia preferita ^_^ grazieeeeeee

      Elimina

© la gelida anolina . All rights reserved.
Blogger Templates by pipdig