lunedì 6 luglio 2015

It's time to be cherry ;)



Gli occhi se ne vanno 
insieme ai pensieri
tra nuvole di incanto.

Quando mi regalano cibo mi si illuminano gli occhi, neanche fossero delle Louboutin scintillanti. Quando poi mi regalano frutti rossi non faccio in tempo a dire grazie che la mia mente si sta già immaginando una ricetta nuova e (ovviamente) anche una foto...Se questi frutti sono a cesti e non a misere vaschette, allora è proprio amore! Non so voi ma io uno di quei cestini mignon me lo mangio mentre penso a cosa fare e il secondo mentre preparo ;)
Ecco, mentre pensavo è spuntata questa ricetta semplice e "ciliegiosissima".


"QUASI CLAFOUTIS" ALLE CILIEGIE *VEG*

1 cucchiaio di semi di lino macinati*
3 cucchiai di acqua calda* 250ml di latte di mandorle 
50ml di olio di riso                  
100g di zucchero di canna integrale
50g sciroppo d'acero
150g di farina 00
1 cucchiaino di lievito
1/2 cucchiaino di bicarbonato
1/2 cucchiaino di sale
1 cucchiaino di zenzero fresco grattugiato
400g ciliegie (o quante preferite) 

Lavate le ciliegie, tagliatele e metà, togliete il nocciolo e tenete da parte. Unite i semi di lino all'acqua, mescolate e lasciate riposare 10 minuti. In un'altra ciotola setacciate la farina, il lievito, il bicarbonato, il sale, lo zenzero e mescolate. Unite l'olio di riso, lo sciroppo d'acero e lo zucchero ai semi di lino e sbattete versando a filo il latte di mandorle. Unite il composto liquido agli ingredienti secchi mescolando fino ad ottenere un composto omogeneo. Versate in due tortiere da 18cm l'una rivestite di carta forno, spargete le ciliegie sulla superficie e cuocete a 180° per circa 30 minuti. Verificate la cottura con uno stecchino. 

Perché due? Perché una potete regalarla, perché potete mangiarle a cucchiaiate con un'amica, un fidanzato o chi vi va e anche perché sono decisamente più carine.
Diciamo che ha solo l'aspetto del clafoutis :P


*Se non avete i semi di lino e se non vi interessa la versione vegana potete sostituirli con 1 uovo.


L'ho già detto vero che mi è presa la mania di spargere fiori? Ecco, non riesco più a smettere; è come mangiare ciliegie, quando inizi non ti fermi più ;) Però vorrei che questi fiori avessero un ordine e quindi ho deciso di fare qualche piccolo corso per capire come "gestirli". Per iniziare ho scelto un workshop della splendida Olivia Brusca che di talento ne ha da vendere, che in due parole rende tutto più semplice e che se non la conoscete direi che è ora di cercarla. :) Io torno ad esercitarmi con le coroncine floreali e la prossima volta spero di pubblicare ancora più fiori e ancora più novità!
Buona settimana ^_^


9 commenti

  1. Silvia..io davanti alle tue foto mi riempo di invidia ( buona eh!!!)...da grande voglio fare la Silvia Censi photographer, ecco!!!!! Scherzi a parte: sei sempre speciale e le tue ricette mi piacciono ogni giorno di più <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. mi fai morire, me la sto ridendo da sola :P a parte gli scherzi sei troppo carina ma non pensare di essere da meno, con quella genialità di "sushi" hai superato tutti ^_^
      baciiii

      Elimina
  2. Mi accodo assolutamente alla preferenza per le cose da mangiare come regalo, se sono a ceste, tanto meglio davvero!! (..perchè ancora non mi è mai successo?! -_-). Io, rigorosamente da mangiare così, o al massimo da congelare per un gelato di banane ^_^ certo, se poi proprio avanzassero, potrei anche considerare di fare un dolcetto per mammà!;D per lo stimolo della fantasia sulle foto, invece, sono anni luce. Se potessi delegare le foto di quel che faccio a qualcuno, probabilmente lo farei. O forse, vorrei solo avere i mezzi e l'attrezzatura giusta per non vivere il momento foto come la peggior condanna della mia vita:D
    Le tue sono davvero sempre stupende e quelle ciliegie, ah, mi vien voglia di allungare la mano e rubartele tutte!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. no dai, non dire condanna ;) che poi sei anche brava!!!
      sono contenta ti piacciano...smack!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! ^_^

      Elimina
  3. Anche io amo quando mi regalano cesti di frutta e come te non riesco a resistere alla tentazione di finirmi i vari vassoietti durante la giornata. Con le ciliegie poi funziona un po' come una droga. Quei piccoli pois sono una tentazione troppo forte per aspettare di decidere come utilizzarle :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. e allora viva i cesti di fruttaaaaa!!!!!
      che carino definirle pois ^_^
      a presto Paola

      Elimina
  4. Quanto amo le ciliegie!! Questa torta me la mangerei in un sol boccone... Per fortuna poi ce n'è un'altra!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. anche io!!!!!!!!le adoroooooo ^_^ bacioni

      Elimina
  5. Se si conoscono i gusti i regali culinari sono sempre moooolto apprezzati!!! Questa tortsa per esempio se entrasse dalla mia porta (anche solo una fettina) sarebbe subito divorata!!!

    RispondiElimina

© la gelida anolina . All rights reserved.
Blogger Templates by pipdig