martedì 16 giugno 2015

Semi di lino e Ortensie *veg*


Le ortensie sono i fiori che preferisco, con la varietà di colori e quei simpatici pompon, mi hanno da sempre affascinata. Una delle cose che amo della primavera sono proprio loro; quando apro il cancello di casa e le vedo illuminare il giardino, improvvisamente mi passa ogni "paturnia". C'è chi va da Tiffany e chi fa colazione tra le ortensie ;) Inutile dire che appartengo alla seconda categoria e questa volta ho fatto una colazione davvero speciale! Se provate a leggere tra gli ingredienti vedrete qualcosa di diverso che spero vi incuriosirà. Tornando ai fiori, se anche voi siete donne da ortensie (in questo caso mi sento di escludere il genere maschile) fatevi un giro in Galizia; oltre ad essere uno dei posti più belli che io abbia mai visto, credo presenti la maggior concentrazione di ortensie di tutta Europa. 
Non ho potuto resistere e le ho raccolte per decorare la mia torta; mi raccomando però, non mangiatele!!! :P



TORTA AI SEMI DI LINO

3 cucchiai semi di lino macinati
9 cucchiai di acqua calda
1 pizzico di lievito
150g farina 00
100g farina kamut
130ml olio riso
150ml latte di cocco
10g lievito
60ml sciroppo acero
60ml sciroppo agave
150g zucchero muscovado

Mettete i semi di lino macinati e l'acqua calda in una ciotola. Fate riposare 10 minuti e iniziate a montare con le fruste aggiungendo un pizzico di lievito. Quando il composto risulterà colloso e leggermente gonfio, versate l'olio di riso a filo continuando a sbattere. Una volta amalgamato aggiungete anche il latte di cocco e lo zucchero muscovado. Versate i due sciroppi e, quando tutti gli ingredienti risulteranno amalgamati, setacciate le farine con il lievito aggiungendole agli ingredienti liquidi. Mescolate delicatamente.
Versate in uno stampo e cuocete a 180° per circa 40 minuti. Verificate la cottura con uno stecchino.
Lasciate raffreddare e decorate con la glassa che preferite ^_^







Trovo che la sostituzione delle uova con i semi di lino sia geniale. L'ho scoperta sul libro "Divento Vegano" di Sue Quinn ed ora la utilizzo per moltissime preparazioni; provate ad aggiungere frutta all'interno dell'impasto. Io ho utilizzato le fragole e mi è piaciuta ancora di più (presto arriverà la ricetta).

Baci a tutti ^_^

12 commenti

  1. questa è fantastica, Silvia!!!! Con delle foto così poi..come si fa a non amarla???

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Francyyyyy grazie ^_^
      un abbraccio!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

      Elimina
  2. Che raffinatezza! Una bontà tutta da provare.
    Complimenti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazieeeee ^_^ se la provi mi fai sapere?!?!!?
      a presto

      Elimina
  3. Ciao cara! Che splendida ricetta! Mi stavo giusto chiedendo se l'ortensia fosse commestibile...ma leggo che non lo è...l'effetto decorativo comunque è fantastico!!!!! M'incuriosisce anche la sostiruzione delle uova ai semi di lino macinati...non sono vegana, ma di larghe vedute si! :-) Voglio provare!!!! Grazie tesoro!

    Colgo l’occasione per invitarti al mio nuovo contest “Creazioni in Kucina”, dove potrai partecipare con ricette vegetariane, etniche o lievitati. In palio splendidi regali totalmente realizzati a mano dalla mia amica Eleonora ERCreazioni. Ti lascio il link così puoi scoprire di che si tratta:
    http://www.kucinadikiara.it/2015/06/crezioni-in-kucina.html
    Un abbraccio e buona serata,
    Chiara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma grazie Chiara...nemmeno io sono vegani però credo sia bello sperimentare, se la provi fammi sapere :)
      ora vado a leggermi il tuo contest!
      baci

      Elimina
  4. Tutta la vita colazione tra le ortensie,gioelli di colori unici...se poi è fatta di morsi di queste ciambelline,allora le paturnie si vanno a fare benedire!Complimenti :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. davvero!!!sparisce ogni problema ^_^ grazie mille Damiana

      Elimina
  5. Tutta la vita colazione tra le ortensie,gioelli di colori unici...se poi è fatta di morsi di queste ciambelline,allora le paturnie si vanno a fare benedire!Complimenti :-)

    RispondiElimina
  6. Tutta la vita colazione tra le ortensie,gioelli di colori unici...se poi è fatta di morsi di queste ciambelline,allora le paturnie si vanno a fare benedire!Complimenti :-)

    RispondiElimina
  7. Che meraviglia!! Altro che pietre e preziosi, i fiori sono le vere gioie, e fare colazione tra loro è sempre speciale! Adoro questa ricetta, che oltre ad essere tremendamente belle dev'essere anche buona ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sì è davvero buona...detto da una che non si voleva proprio convincere ad eliminare uova ecc ;P
      un abbraccio!!!!!!!!!

      Elimina

© la gelida anolina . All rights reserved.
Blogger Templates by pipdig